Investire nel mondo dell'Arte con BankArte

ENGLISH VERSION

Diciamocelo: i più fortunati tra noi - in questo periodo di crisi - spesso si trovano a dover affrontare un problema molte volte sottovalutato: come gestire i propri risparmi, o il proprio capitale.

Le banche ci offrono soluzioni apparentemente semplici; investire risparmi o capitale con un rendimento proporzionale al rischio.

In fondo è tutto qua.

Pig

Se siete disposti a rischiare di perdere molto, avete qualche possibilità di guadagnare abbastanza.
Ma provate ad andare in Banca chiedendo di investire il vostro denaro in qualcosa di sicuro, dove non siano previsti "rischi" e dove ci sia la certezza di guadagnare; molto probabilmente non riusciranno a prendervi sul serio.

Conosciamo tutti le vicende emerse dai giornali, a partire dai famigerati "Bond Argentini", fino alle più recenti vicende di Banca Etruria.

Certo, non è mai il caso di generalizzare e senz'altro ci sono degli istituti di credito che offrono ai proprî clienti una consulenza sugli investimenti assolutamente valida e onesta.
Ma, anche il quel caso, il termine "rischio" - seppur mitigato dall'aggettivo "minimo" - non manca di fare la sua comparsa.

Così, o non vi fidate delle Banche e magari vi affidate al "passaparola" rimanendo in attesa che un amico di qualche amico vi raccomandi un più o meno fantomatico "Mago della Finanza", oppure avete una Banca con un consulente finanziario di cui vi fidate e continuate a far riferimento a lui.

MA IN COSA INVESTITE?

Pensateci bene; in realtà i vostri sudati risparmi, al momento dell'investimento, di fatto spariscono e non sono più in vostro possesso.
Non sono più nel vostro conto e non potete fare affidamento su di essi a meno di non vanificare l'investimento stesso.

Da un punto di vista estremamente "profano", avrete acquistato… "aria"!
I vostri soldi erano concreti, ma ciò che vi resta ora è solo una promessa.
Banca O, peggio, una "speranza".

Perfino le stesse Banche, che si muovono agevolmente in un mondo quasi completamente virtuale, si sono rese conto di questo aspetto ed hanno incominciato ad annoverare tra i proprî consulenti finanziari figure come gli "Art Advisor", che vi aiutano ad orientarvi nell'investimento sulle Opere d'Arte.
Naturalmente non possono proporvi di investire sull'Arte Classica, quindi il loro compito è quello di consigliarvi nell'acquisto di Opere d'Arte Contemporanea, decisamente più accessibili e con più possibilità di rendita nel lungo periodo.
Ci sono sempre delle eccezioni, nel bene e nel male, ma il concetto rimane questo; investire su un artista emergente può essere un'operazione estremamente proficua.
Almeno nel "Lungo Periodo".

Oltre al fatto che invece di investire su una "speranza", di fatto acquistate un qualcosa di "tangibile".
Avrete così un'Opera d'Arte moderna che rimarrà vostra per tutta la durata dell'investimento.
Un qualcosa che potrete "esporre" nel vostro studio o nella vostra casa, e della quale potrete "fruire" quotidianamente.

QUINDI CONVIENE INVESTIRE IN ARTE CONTEMPORANEA?

Ecco… Cominciamo ad avvicinarci al punto.
Quanti di noi si sentono in grado di esprimere un giudizio, o - cosa ancora più ardua - quantificare economicamente un'Opera d'Arte Contemporanea? Forse un critico d'arte, forse un esperto del settore o un collezionista, ma di certo nessuno che non abbia approfondito l'argomento a fondo.

Coins

Abbiamo già detto che l'investimento sull'arte contemporanea "può essere estremamente proficuo, nel lungo periodo".
Ma può anche non esserlo.
Come un qualsiasi altro investimento, è soggetto all'interazione di svariati fattori spesso molto difficili da prevedere.
E, come un qualsiasi altro investimento, l'Opera d'Arte potrà acquistare valore nel tempo oppure perderlo.
Certo, almeno non smetterà di esistere, e voi - male che vada - avrete comunque la vostra opera nello studio o in casa.

Che è già meglio dal famigerato "pugno di mosche" rimasto in mano a molti, troppi, risparmiatori negli ultimi tempi.
Ma sicuramente non sarà sufficiente per essere chiamato "investimento".

Quindi alla fine investire in Opere d'Arte o in formule bancarie non è molto diverso.
Ci si deve sempre affidare ad un consulente del proprio istituto di credito e mettere in conto una più o meno consistente dose di "Rischio".

MA NON ESISTE UN MODO PER INVESTIRE SENZA RISCHIARE? Cornucopia

Nelle modalità descritte fin qui - che sono le più 'classiche' e frequenti - no. Non esiste.
E questo è quello che vi dirà chiunque si occupi di investimenti bancari "tradizionali".

Eppure un modo c'è.
Ed è "dannatamente semplice"!

BANKARTE

BankArte - Investire senza Rischio!

Noi della Artdiomar abbiamo messo a punto quello che a prima vista sembrava "troppo bello per essere vero".
Lo abbiamo fatto tramite la consulenza di avvocati, economisti, imprenditori e notaî.
E, alla fine, siamo riusciti ad eliminare il "rischio" dall'investimento!

Ci rendiamo perfettamente conto che - giustamente - questa affermazione possa suscitare più di qualche dubbio.
E vi confessiamo che anche noi, prima di aver delineato ogni particolare con i nostri consulenti, eravamo piuttosto perplessi.

Proprio perché in fondo si tratta di una formula molto semplice:

La Artdiomar GIÀ possiede una collezione di 1.154 Opere di Arte Contemporanea degli artisti Vittorio Amadio e Marisa Marconi, esposte nella mostra permanente in via Gregoriana 19 a Roma.
E ognuna di queste opere ha un valore economico (oltre che artistico) ufficiale e definito in base alle quotazioni delle Case d'Asta.

Nel momento in cui acquisterete un'opera della nostra collezione, darete il via a due modalità d'investimento parallele;

  • Il "normale" investimento che si effettua quando si acquista un'Opera d'Arte; quindi con la 'speranza' che possa aumentare il proprio valore "nel lungo periodo"
  • La formula "BankArte", che fa di questa "speranza" una certezza (dal momento che la Artdiomar continuerà a promuovere i proprî artisti al fine di aumentarne le quotazioni), e che si impegna fin dall'inizio a riacquistare l'opera allo stesso prezzo di quando l'avete acquistata!
    Ed ecco che il "rischio" sparisce dall'investimento: spendete 100 e, come minimo, riavrete 100!

Ma, ovviamente, non finisce qui; altrimenti che "investimento" sarebbe?

Con la formula BankArte, la Artdiomar si impegna - ad acquisto avvenuto - a corrispondervi il 6% annuo del prezzo d'acquisto.
Non solo; questa percentuale può essere 'scadenzata' in trimestri!
Vale a dire che con l'acquisto di un'opera della nostra collezione comincerete a veder fruttare il vostro "investimento" già dopo sei mesi!
Alla faccia del "Lungo periodo" !

Inoltre non esistono vincoli di alcun genere.
Potrete "ripensarci" il giorno dopo, o dopo un mese e riceverete l'intera somma versata senza penali, clausole o "cavilli" di sorta.

Comincia a sembrare anche a voi "troppo bello per essere vero" e, ora che ne sapete di più, a dubitare forse anche più di prima sulla reale convenienza della proposta BankArte?

BankArte - Investire senza Rischio!

OTTIMO!

Siete esattamente il tipo di clienti che cerchiamo!
Non cerchiamo investitori "sprovveduti"; vi vogliamo diffidenti e vigili.
Perché state investendo i vostri risparmi di una vita, o comunque il vostro capitale!
(E, visto che siete arrivati fino a qui, avete già investito un bel po' del vostro tempo).

Non cerchiamo investitori che si fidano di NOI.
Cerchiamo investitori convinti che la nostra proposta sia valida e che vogliono conoscerla a fondo per sfruttarla al fine di un proprio tornaconto!

Contattateci tramite il form su questa pagina per saperne di più, fissare un appuntamento o manifestare le vostre perplessità.
Noi siamo già certi della validità della nostra proposta.
Ora sta a voi convincervi.

Noi non vogliamo "convincere" nessuno. Non ne abbiamo bisogno e non riteniamo sia giusto farlo.

Ma siamo sempre pronti a rispondere ad ogni domanda che possa fugare qualsiasi dubbio sulla nostra proposta, e a fornirvi consigli sulla modalità d'investimento più adatta alle vostre possibilità.

Vi aspettiamo!

Brochure BankArte

In breve... BankArte

CONTATTACI PER RICEVERE MAGGIORI INFORMAZIONI
O PER FISSARE UN APPUNTAMENTO